”L’unita’ della nazione non e’ in pericolo perche’ e’ affermata non solamente nell’azione, ma nella sensibilita’ e negli atti che il governo porta avanti”. Lo ha detto il ministro dei rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, a margine della cerimonia di commemorazione dei caduti.

”E alla vigilia della celebrazione dei 150 anni dell’unita’ nazionale non c’e’ dubbio – ha detto Fitto – che questo argomento e’ decisivo per il nostro Paese”. Secondo Fitto, ”il lavoro che il governo sta portando avanti, anche le riforme e in modo particolare il federalismo, ha l’obiettivo di valorizzare le peculiarita’ territoriali all’interno di una fortissima unita’ nazionale”.
”E’ una giornata particolare perche’ non c’e’ soltanto l’ideale recupero e vicinanza di un rapporto con le Forze Armate, e per ringraziare, in questa giornata, le Forze Armate, ma anche l’idea che il Paese, lo Stato, possa trovare un punto di sostegno”.
”E’ questa una giornata nella quale sicuramente il ricordo e il pensiero non puo’ che andare agli sforzi e ai sacrifici che sono stati compiuti”.
”E qui – ha concluso Fitto – siamo in Puglia, una regione in cui il sacrificio e’ stato notevole. E’ quindi l’occasione per ricordare questo sacrificio e ribadire i sentimenti, i valori profondi, che caratterizzano l’impegno delle Forze Armate”.