“Nella giornata di mercoledi’ 3 novembre sono stati depositati presso la cancelleria della commissione tributaria provinciale di Lecce i primi ricorsi avverso gli avvisi di accertamento ICI notificati dal Comune di Lecce e relativi a tributi prescritti.”

Lo comunica  l’avv. dell’Aduc di Lecce, Alessandro Gallucci. “Il numero e’ destinato ad aumentare visto che diversi cittadini ci hanno segnalato dei casi dubbi. Come avevamo evidenziato il 23 ottobre scorso, l’amministrazione comunale di Lecce sta provvedendo a far notificare ai propri cittadini avvisi di accertamento per il pagamento della maggior imposta dovuta a seguito di riclassamento catastale dell’immobile. Sulla base di una interpretazione priva d’alcun riscontro normativo l’ente locale sta chiedendo anche il tributo ben al di la’ di quelli relativi agli ultimi cinque anni. In sostanza le richieste riguardano anche imposte ampiamente cadute in prescrizione. E’ bene ricordare che, in assenza di atti interruttivi della prescrizione, il pagamento della maggior somma e’ dovuto solamente per gli anni successivi al 2004 se tale richiesta e’ basata sull’aggiornamento delle rendite catastali effettuato dal contribuente presso l’agenzia del territorio o d’ufficio dall’agenzia medesima. Diversamente, come ha evidenziato in una recente conferenza stampa l’ex consigliere comunale del PD Carlo Salvemini, l’avviso di accertamento deve considerarsi illegittimo. Vale la pena, dunque, prima di pagare, verificare se l’amministrazione comunale abbia il diritto di chiedere quelle somme ed in caso contrario opporsi.”

Per segnalarci tutte le situazioni che meritano una denuncia o un plauso o piu’ in generale per la tutela dei diritti, si puo’ contattare lo sportello Aduc di Lecce, sito in via di Porcigliano al n. 46 ogni mercoledi’ pomeriggio dalle 17 alle 19 o sull’indirizzo e-mail a.gallucci@aduc.it”

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 − quattro =