Accolti due ordini del giorno, presentati in merito alla Legge di stabilità per il 2011, della parlamentare salentina del PD Teresa Bellanova. “Esprimo soddisfazione per l’accoglimento di due ordini del giorno importanti per la nostra collettività” afferma la parlamentare del PD “il primo riguarda un argomento che in questi giorni è balzato su tutte le pagine dei giornali, il calcolo della pensione per i lavoratori

 parasubordinati iscritti alla gestione separata dell’INPS, anche in virtù delle esternazioni rilasciate dal Presidente dell’Ente Previdenziale, in occasione di un convegno di Ania e Consumatori. Con questo ordine del giorno ho chiesto, al Governo, un impegno affinchè si eviti che un’intera generazione di lavoratori maturi pensioni al di sotto dell’assegno sociale. Il Governo accogliendo quanto da me chiesto ha i riconosciuto nei fatti la situazione disastrosa nella quale versano attualmente i nostri lavoratori parasubordinati. Auspico, però, che a tutto questo corrisponda una coerente consequenzialità e che gli impegni assunti si trasformino in atti concreti”.

“Il secondo ordine del giorno” continua la parlamentare salentina “interessa questione urgentissima circa la stabilizzazione, a tempo pieno, dei lavoratori LSU, «Co.Co.Co.» ed ex LSU in cooperativa. Avevo già presentato alcuni atti di sindacato ispettivo in merito ed oggi ho chiesto al Governo di individuare per questi lavoratori le opportune risorse finanziarie che consentano la stabilizzazione, a tempo pieno. Come ho già avuto modo di dire, ritengo che questi lavoratori rappresentino una risorsa importantissima per il funzionamento delle nostre scuole. Queste persone, di fatto, con il loro lavoro apportano un contributo essenziale agli ambienti in cui i nostri figli apprendono le conoscenze e non si possono “liquidare” con un biglietto di sola andata verso la disoccupazione. Anche in questo caso” conclude la Bellanova “auspico che il Governo sia consequenziale nei fatti, aspetterò un segnale positivo e concreto anche attraverso la risposta alle interrogazioni che ho presentato in merito.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.