“Se non sarà avviata, in tempi brevi, la cantierizzazione della 275, il Salento si senta autorizzato a chiedere la testa dell’intera classe politica”.
È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero.

“È a dir poco avvilente – prosegue Buccoliero – constatare come il confronto sulla realizzazione di un’infrastruttura fondamentale per l’intero territorio sia passato dalle stanze della politica a quelle di noti amministrativisti. Verrebbe da pensare che questo tira e molla continuo, anziché preoccuparsi del bene del Salento, sia più concentrato, invece, a fare le fortune dei rappresentanti legali delle parti in causa. Il non essere stati in grado di addivenire ad una soluzione che rappresenti un’opportunità per tutti, descrive il fallimento di tutta una classe politica, che agli interessi del territorio antepone quelli personali e partitici. Se oggi, ad esempio, gli abitanti del Veneto possono contare sugli aiuti dello Stato per fronteggiare i danni dei recenti allagamenti, mentre nel nostro territorio non riusciamo a raccordarci sulla cantierizzazione di una strada di fondamentale importanza economica, commerciale e delle sicurezza, evidentemente la colpa non è sempre e solo di un Governo nazionale assente o indifferente, ma anche di una classe politica locale, che non è in grado di dare segnali di maturità, di unità territoriale e di reale attenzione agli interessi delle proprie comunità.
Continuo a pensare, e me ne duolo sinceramente, che il Salento finirà con il vedersi passare davanti, come già accaduto in mille altre occasioni, la possibilità di avviare un effettivo e generale miglioramento.
Tutto questo – conclude Buccoliero – mentre la politica, dopo aver abdicato dal suo ruolo principe di essere rappresentate del popolo, avrà lasciato alla giurisprudenza il compito di dirimere controversie che, se non si fosse perso di vista il bene comune, sarebbero state facilmente appianate attorno ad un tavolo di confronto.”

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × quattro =