“Il recente viaggio di Vendola in America ha suggellato, stando a quanto riportato dalla stampa, una collaborazione con il Governatore della California, Arnold Schwarzenegger, in tema di cambiamenti climatici ed energie rinnovabili.

Viene da chiedersi se, nell’occasione, il presidente Vendola abbia anche toccato il tema delicato della pena di morte, considerando come l’ex attore sia non solo un acceso sostenitore della pena capitale, ma abbia più volte negato la commutazione della pena in casi estremamente controversi”
È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero.
“È difficile coniugare – prosegue ancora Buccoliero – i principi fondamentali che ispirano l’azione della nostra regione con la vicinanza ad un rappresentate politico, che ha fatto della pena di morte un punto di forza della sua attività politico – amministrativa. È imbarazzante coniugare l’attività di una Puglia che, come stabilito nel suo Statuto, intende perseguire il benessere e la sicurezza dei suoi abitanti, ispirandosi ai principi della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e della Costituzione italiana con l’azione di Schwarzenegger, che, da quando è Governatore della California, non ha accolto nessuna delle cinque domande di grazia presentategli, due delle quali estremamente controverse. Il suo celebre soprannome ‘Terminator’, più che richiamare passate glorie cinematografiche, fotografa una realtà estremamente drammatica.
Mi chiedo quanta valenza possa assumere una battaglia in favore dell’ambiente, se non viene poi accompagnata dal rispetto della vita umana, dal momento che nessun uomo può avere il potere di vita o di morte su un suo simile. Non essendo presente all’incontro e non avendo avuto notizia, successivamente, degli argomenti trattati, mi chiedo se la questione delicata della pena di morte sia stata sfiorata dal presidente pugliese, che bene farebbe, in tal caso, a riferire ai cittadini della Puglia, da sempre terra di accoglienza e di pace. Qualora ciò non fosse avvenuto, dovremmo non solo parlare di un’occasione mancata, ma dovremmo anche consigliare al nostro governatore una maggiore cautela nell’instaurare rapporti di collaborazione con quanti, per ragioni personali e/o politiche, potrebbero offendere la sensibilità e la coerenza di un popolo, quello pugliese, che ha fatto del rispetto della dignità, dei diritti e della libertà della persona i suoi valori fondant”i.
“Non sarebbe male, se – conclude Buccoliero – in previsione di una futura iniziativa di tal genere, Vendola trovasse il tempo e il modo di confrontarsi anche con i rappresentanti del Consiglio regionale, dal momento che, anche da un semplice consigliere, potrebbe venire il giusto suggerimento per rappresentare al meglio, e senza scivoloni, una terra straordinaria come la Puglia”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

12 − due =