Festeggiate le “nozze d’argento” della Salento Half Marathon con un successo di iscritti, pubblico e partecipazione. Accompagnati da una giornata soleggiata, i 1180 podisti provenienti da 126 società di tutta la penisola, hanno dato vita alla 25^ edizione della mezza maratona del Salento.

Inaugurato anche il nuovo percorso che, oltre ad attraversare la campagna salentina, ha toccato i paesi di Aradeo, Seclì e Neviano. Su tutto il tracciato ali di folla hanno incoraggiato gli atleti che hanno dato vita ad una “battaglia” sportiva definita solo negli ultimi kilometri.

“Venticinque anni festeggiati nel migliore dei modi.” commenta a termine della gara il Presidente della Saracenatletica Roberto Perrone, “Dal punto di vista sportivo molto entusiasmante la lotta per il podio messa in atto dai Top Runners presenti in numero sempre maggiore ma, come non mai, bello il gruppone di oltre mille atleti. La Salento Half Marathon si è riconfermata una gara importante, e questo è sottolineato dalle richieste di iscrizione che anno dopo anno aumentano sempre di più. Abbiamo raggiunto un traguardo importante, quello dei 25 anni, che ci sprona a fare sempre meglio cercando di portare la nostra manifestazione a divenire sempre più un punto di riferimento per la podistica italiana ed internazionale, vista la presenza di atleti keniani e marocchini”.

La gara, dopo oltre 19 kilometri di lotta , è stata vinta per distacco dall’atleta della Nazionale Italiana Caliandro Cosimo delle Fiamme Gialle che, con un tempo di 1h5’03”, ha anche battuto il primato della manifestazione. “Una gara molto bella e combattuta su un percorso difficile, specie nel finale.” ci dice Caliandro “Un organizzazione perfetta ha permesso di gareggiare in sicurezza e tranquillità, consentendomi di esprimere un ottimo risultato contro degli atleti importanti e combattivi. Nell’ultima parte della gara ne avevo più degli altri e sono riuscito a distaccare gli avversari conquistando questa importante edizione della Salento Half Marathon” .
Secondo classificato con un tempo di 1h06’31’’ l’atleta keniano Kimutai Koech Josphat dell’ Altetica Gonnesa mentre al terzo posto con un tempo di 1h06’51’’ il marocchino Zaid Issam della Polisportiva Scotellaro.
Senza storia la gare delle donne stravinta con un distacco di 7 minuti dall’atleta marocchina Labani Soumiya che, con un tempo 1h21’32’’, ha riscattato il ritiro per problemi fisici dello scorso anno. Seconda con il tempo di 1h28’33’’ Silvana Serio dell’Alba Taurisano mentre al terzo posto con il tempo di 1h28’49’’ Carrino Maddalena della Podistica Faggiano.
Felice per la vittoria la Soumiya che commenta affermando che la Salento Half Marathon “è una gara difficile con un percorso duro che mi ha messo a dura prova. Puntavo la primato ma la costante salita nei kilometri finali non mi ha permesso di ottenere un tempo migliore.”