In questi giorni gli uomini della Compagnia della Guardia di Finanza di Gallipoli hanno portato a termine una operazione nell’ambito della lotta al sommerso di lavoro, che ha permesso di scoprire un lavoratore in nero.

L’operazione nasce da uno specifico servizio effettuato precedentemente dai Finanzieri presso un cantiere edile, volto all’individuazione di manodopera impiegata illecitamente.

Presso il cantiere, dopo aver proceduto all’identificazione di tutto il personale impegnato a prestare la propria opera, è stato individuato un lavoratore dipendente nei cui confronti non era stata inoltrata la preventiva comunicazione obbligatoria presso il Centro per l’Impiego.

Il titolare dell’impresa è stato segnalato alla Direzione Provinciale del Lavoro, all’Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro ed all’Istituto Nazionale Previdenza Sociale per l’applicazione delle sanzioni sul lavoro, nonché all’Agenzia delle Entrate per i profili di interesse fiscale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici − undici =