Senza Olivera (squalificato) e senza Di Michele (punito dopo una lite con De Canio), ma con Fabiano (schierato in difesa dopo un mese d’assenza per infortunio) e con l’argentino Piatti nel ruolo di trequartista solitamente svolto dall’ex granata.

Saranno queste alcune delle novita’ nella formazione del Lecce che domani pomeriggio affrontera’ alle 15, al “Via del Mare”, la Sampdoria degli ex Di Carlo e Marilungo. Oltre a Fabiano, il tecnico leccese potrebbe schierare il giovane Sini, come secondo difensore centrale, al posto di Gustavo che non fa parte dei 23 convocati per la gara di domani. Sempre in difesa, potrebbero tornare l’azzurrino Donati (a destra) in sostituzione di Rispoli e a sinistra Giuliatto, schierato ultimamente come centrale. Nessun cambiamento a centrocampo dove saranno presenti Munari, Giacomazzi e Mesbah, mentre Piatti svolgera’ il ruolo di “rifornitore” alle spalle del tandem d’attacco: Corvia (o Ofere) e Jeda. Intanto, negli ambienti giallorossi, sta montando in maniera molto forte la protesta per i torti arbitrali che il Lecce sta subendo dall’inizio di stagione ed in particolare per quelli di domenica scorsa ad Udine. Questa mattina, per protestare in maniera civile contro gli arbitri, nel corso della tradizionale conferenza stampa del sabato, mister De Canio ha illustrato, attraverso un video, tutti i torti subiti quest’anno dalla sua squadra. Domani, invece, i tifosi presenti allo stadio attueranno una “panolada” alla spagnola ad ogni errore di Gava, l’arbitro designato per la gara contro la Sampdoria.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici − tre =