“Quello che ho trovato a Maglie è un gruppo straordinario, molto affiatato, dove, nello spogliatoio, si ride e ci si diverte e questo è molto importante in una squadra. Ma,a parte questi dettagli, il collettivo e ben attrezzato per il Campionato di Promozione che, nonostante qualcuno affermi il contrario, è molto difficile, soprattutto visto il valore di avversari quali Galatina e Botrugno”.

Si presenta così portiere della Usd A. Toma Maglie, Danilo Bassi, nuovo acqusito del sodalizio del Presidente, Cosimo Prete e del Direttore Sportivo, Mino Manta.
“Sono qui per vincere e la squadra ha tutte potenzialità per farlo. Nella mia carriera ho avuto la fortuna di farlo spesso gli stimoli ci sono ancora tutti, anzi, più si vince più si ha fame di vittorie. Nel momento in cui viene meno questa voglia meglio lasciare il calcio e cambiare mestiere”.

Sono cinque le promozioni ottenute dal portiere cresciuto nelle giovani del San Pietro in Lama e, per la precisione, nelle stagioni 92/93 e nel 98/99 con il Fasano dalla Serie D alla C2; nel 93/94 con il Castrovillari dalla Serie D alla C2; nel 2000/2001 nel Grottaglie dal Campionato di Eccellenza a quello di Serie D e l’anno scorso con il Nardò sempre dal Campionato di Eccellenza a quello di Serie D. Il giocatore vanta, altresì, 3 presenza con la maglia delle Nazionali Under 19 e Under 20 di serie C.
“Qui giocherò con due miei vecchi compagni di reparto, il capitano Mauro Della Bona, con cui ho giocato nel Fasano e l’argentino Uriel Raponi, con me l’anno passato a Nardò. È molto importante averli ritrovati perché c’è maggiore affiatamento e, di conseguenza, si apprendono con maggior facilità le caratteristiche di gioco del mister”.
Infine, l’estremo difensore si sofferma sul prossimo turno casalingo contro il Boys Brindisi.

“Contro questa squadra ci ho giocato due anni fa nel Campionato di Eccellenza. Domenica bisogna vincere e basta non c’è altro da dire. Distiamo solo sette punti dalla vetta della classifica e chi sta sopra di noi inizia a fare qualche passo falso. Da questa vittoria può partire la nostra scalata. Ripeto: l’appetito vien mangiando e quando si inizia a vincere lo si vuole fare sempre di più!”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × cinque =