Presentazione ufficiale venerdì scorso a Lecce, dell’evento sportivo mai precedentemente ospitato in tutta la regione Puglia. Dal prossimo 9 novembre 2010, difatti, presso la presso la Sala Congressi dell’Hotel Terminal di Santa Maria di Leuca (Le), avranno inizio ben cinque competizioni agonistiche: il 74° Campionato Italiano di Dama Italiana cat. Assoluto; il 52° Campionato Italiano cat. 2° e 3° gruppo e i Campionati Italiani “Lampo e Semilampo”.

L’evento, è presentato, in tutti suoi dettagli, presso la Sala Convegni di Palazzo Adorno, in Via Umberto I, da Claudio Siciliano presidente dell’Asd Circolo Dama di Spongano, il quale ricopre anche la carica di Fiduciario Provinciale Fid. L’evento, è organizzato (oltre dal Circolo Dama di Spongano), anche dalla Polisportiva Olimpica “De Finibus Terrae” di Salignano, presieduta da Filippo Zichella (e dal suo vice Marco Sacchi). L’atteso appuntamento nazionale, ha ricevuto inoltre, il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Lecce, del Coni di Lecce, dell’ASL di Lecce, dell’APT (Azienda Promozione del Territorio) di Lecce, del Gal (Capo Santa Maria di Leuca), dell’Unione Dei Comuni “Terra Di Leuca”, della Banca Popolare Pugliese e dai Comuni di Castrignano del Capo, Gagliano del Capo e Spongano.       
Ad intervenire alla presentazione, anche l’Assessore allo Sport della Provincia di Lecce, Massimo Como, la commissaria dell’Apt di Lecce, Stefania Mandurino, l’Assessore allo Sport del Comune di Lecce, Nunzia Brandi, il presidente del Coni di Lecce, Antonio Pascali, il presidente del Gal “Capo Santa Maria di Leuca” Antonio Lia, il presidente del Circolo Dama di Lecce, Luigi Graziuso e il referente della Polisportiva Olimpica “De Finibus Terrae” di Salignano, Daniele Ferraro.
Il primo intervento durante la presentazione, è stato quello dell’Assessore allo Sport di Lecce, Nunzia Brandi, la quale, ha salutato i convenuti e ha anche apprezzato la presenza degli alunni della scuola Elementare “Armando Diaz” di Lecce. “Saluto con molto piacere – ha esordito Brandi – questa manifestazione che di certo darà lustro all’intero territorio; peraltro, stiamo parlando di una disciplina sportiva da sempre molto ammaliante”. A seguire, Daniele Ferraro, rappresentante della Polisportiva Olimpica “De Finibus Terrae” di Salignano. “Siamo molto contenti per aver potuto organizzare questo evento – spiega Ferraro – La nostra associazione, oltre ad investire tanto nella promozione della dama nel Capo di Leuca e non solo, volge la sua attenzione anche verso altre discipline sportive e soprattutto alla crescita dei diversi settori giovanili, vero scopo primario dell’intero progetto; inoltre, abbiamo voluto organizzare una serie di iniziative collaterali all’evento per promuovere il nostro territorio”. Poi è stato il momento del presidente del Circolo Dama di Lecce, Luigi Graziuso, vera icona del damismo salentino. “Aver potuto ospitare questo evento di cotanto spessore – commenta Graziuso – è il segno dello sviluppo del damismo sul nostro territorio. La dama, oramai, ha anche coinvolto gli alunni delle scuole, i quali possono accostarsi ad una disciplina che stimola anche la loro concentrazione”. Successivamente, ad intervenire, è stato il presidente del Coni di Lecce, Antonio Pascali. “Credo sia indispensabile innanzitutto, sottolineare l’importanza dell’evento – spiega Pascali – Si tratta difatti dei campionati italiani, ovvero gli appuntamenti più prestigiosi della stagione agonistica. È bello poter sottoscrivere che esistono, così come la dama, diverse altre discipline sportive che offrono un vasto ventaglio di proposte anche per i più giovani”. A collegarsi al discorso di Pascali, anche l’Assessore allo Sport della Provincia di Lecce, Massimo Como. “È sicuramente un’ottima opportunità per promuovere un’attività sportiva che da sempre ha interessato intere generazioni – spiega Como – Anche in questa occasione, notiamo la presenza di studenti, a certificare che la dama continua ad essere presente con grande vitalità”. Presenta anche Stefania Mandurino, commissaria dell’Apt di Lecce. “Sono particolarmente felice di poter notare che questa manifestazione sportiva sia fortemente collegata alla promozione del territorio – commenta la Mandurino – Specie in un mese notoriamente poco vitale, devo ringraziare gli organizzatori, per aver voluto dare un impulso al Salento, che riesce comunque a conservare un fermento interessante”. A voler sottolineare le pregevoli iniziative collaterali all’evento sportivo, anche, Antonio Lia, presidente del Gal (Capo di Santa Maria di Leuca): “Far conoscere il Capo di Leuca – spiega Lia – anche sfruttando una manifestazione sportiva, è l’ennesima conferma che per promuovere ulteriormente questa splendida terra, bisogna ricorrere ad appuntamenti prestigiosi, che possano far richiamare l’attenzione e soprattutto la presenza di eventuali nuovi turisti”. Infine, a chiudere la presentazione, Claudio Siciliano, presidente del Circolo Dama di Spongano, il quale ha illustrato minuziosamente il ricco programma della manifestazione. “Ringrazio i presenti – esordisce Siciliano – ma anche le istituzioni e gli sponsor che hanno voluto sostenere fattivamente l’evento. Siamo consapevoli di aver lavorato bene anche in precedenza e credo che questo incarico ricevuto dalla Federazione, sia il giusto riconoscimento della professionalità dimostrata nell’organizzazione di altri eventi. Infine – conclude Siciliano – voglio ringraziare anche Attilio Caputo, il quale ci ha ospitato in una delle strutture alberghiere gestite dal gruppo Caroli Hotels”.
Proprio prima della chiusura della presentazione, è intervento a sorpresa il funzionario della Banca del Lavoro di Lecce, Dario Marangio, il quale, ha voluto ufficialmente proporre un gemellaggio tra i Campionati Italiani di Dama e Telethon, con una raccolta fondi da devolvere in favore della cura delle malattie genetiche.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tredici + 4 =