Nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne interviene l’onorevole Margherita Mastromauro del Pd .“Sono ancora tanti i punti da correggere nella lotta contro non solo le violenze ma contro tutti i tipi di discriminazione nei confronti delle donne nel nostro Paese” spiega la deputata democratica – “in questa giornata non si evochino semplicemente bei propositi ma si faccia il punto sulle necessita’ e sulle carenze per risolvere queste emergenze”

“La politica economica  di questo  governo – prosegue l’on. Mastromauro – sin dall’inizio si e’ caratterizzata per i drastici tagli agli enti locali con conseguenti e inevitabi tagli di finanziamenti  ai consultori familiari e ai centri antiviolenza che in gran parte delle regioni denunciano di non riuscire  a far fronte a tutte le numerose richieste delle donne in difficolta’. Più volte il PD è tornato a chiedere la cancellazione di questi tagli e, anzi, il potenziamento dei fondi per  queste strutture”
L’onorevole Mastromauro si è più volte battuta per evidenziare diritti e urgenze del mondo femminile nell’ambito del lavoro, dell’istruzione, della famiglia, della società. Ricordiamo che la sua mozione sul ‘gender gap’ serve a impegnare il governo a “a predisporre aiuti economici e fiscali concreti quali incentivi economici all’assunzione di donne sotto forma di credito di imposta per un periodo di almeno 5 anni e in misura maggiore nel Mezzogiorno dove le percentuali di occupazione femminile sono le più basse; a pensare a una tax credit a copertura delle spese di cura per i figli a carico, sperimentato già in vari Paesi, a cui si possono aggiungere gli aiuti previsti in generale per la cura dei figli onde evitare che queste pesino solo sulle donne e si trasformino invece in occasioni di occupazione professionale qualificata per tutti; a introdurre una detrazione fiscale per il reddito da lavoro delle donne in nuclei famigliari con figli minori”.
“Cerchiamo pertanto in questa giornata e nell’immediato futuro di focalizzare attenzione e sensibilità sulle carenze strutturali e economiche che affliggono il mondo delle donne nel nostro Paese – conclude l’on. Mastromauro – e di fare il punto sulle annose problematiche che accrescono questo divario tra uomo e donna. Solo così si sarà capaci di affrontare la questione seriamente e con profitto. Se invece concepiamo questa ricorrenza come mera occasione demagogica e propagandistica non risolveremo nulla. Ministero delle Pari Opportunità e Ministero del Welfare si mobilitino in tal senso soprattutto in un periodo storico in cui le difficoltà, di ogni genere, aumentano giorno per giorno”.