Foto Andrea StellaSi è tenuto oggi il forum “Verso il secondo piano d’azione ‘Famiglie al Futuro’ – sostegno alle responsabilità famigliari e ai minori fuori famiglia”. “Abbiamo deciso – ha dichiarato l’assessore al Welfare Elena Gentile – di valorizzare la giornata dei diritti del bambino

di oggi offrendo al pubblico dibattito alcuni dati contenuti nel volume ‘dinamiche del welfare pugliese’, presentato stamattina. Per esempio, abbiamo il 300% in più di asili nido rispetto al 2005. E in questi giorni molti asili nido li stiamo aprendo. Nel volume dimostriamo come sia cresciuta l’occupazione nei servizi sociali. Insomma, stiamo offrendo servizi di qualità facendo crescere l’occupazione. Passiamo quindi da un modello fatto da assistenza e compassione a un sistema integrato che privilegia la qualità dell’offerta di servizi”.
In un’affollata aula del Consiglio regionale, gremita di operatori sociali e delle imprese del terzo settore, il presidente Vendola ha concluso i lavori con un excursus sulle politiche sociali europee e regionali. “Nell’Europa del dopoguerra – ha detto Vendola – si puntava all’allargamento della fascia del ceto medio. Oggi no, l’area della povertà dilaga. Occorrerebbe scrivere un nuovo Oliver Twist dei giorni nostri. E la crisi economica è utilizzata come scusa per cancellare le politiche del welfare. Welfare che significa ricchezza, perché è sostegno al Pil e alla crescita. In una situazione come quella dell’Europa attuale occorre riqualificarlo e non farlo dimagrire. Il vecchio welfare ad esempio non poteva prevedere l’impatto con le migrazioni, aveva una base di sociologismo pietistico per i disabili. Oggi dobbiamo implementare l’accoglienza per i migranti e passare a considerare risorse i disabili, i deboli, gli anziani”.
Vendola ha poi affermato che “il prevalere delle politiche sanitarie su quelle sociali è un modo furbesco per non fare i conti con la cattiva coscienza della società: non esiste una medicina per la vecchiaia, l’infanzia o la disabilità. Ma intendono farcelo credere per vendercele”.
Il forum si è concluso con la sottoscrizione dei primi 35 disciplinari che consentiranno a 35 imprese sociali di ristrutturare le proprie attività per la primissima infanzia.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

11 − sette =