Partiamo dalle tue origini artistiche, quando hai iniziato a interessarti alla musica?

La musica ha sempre fatto parte della mia vita, non c’è stata un’occasione particolare che mi ha spinto a iniziare, ma sin da piccola è sempre stata una cosa naturale e spontanea, una necessità…mi sono affidata a lei, come fare un salto nel buio…mi sono abbandonata.

Crescendo l’ho amata sempre di più soprattutto quando ho iniziato a scrivere. E’ bellissimo rendersi conto di come alcune melodie che ti vengono in testa ti suggeriscono tante immagini e da lì il susseguirsi di parole.

Raccontaci un po’ del tuo percorso artistico.

Da un paio d’anni ho avuto l’esigenza di iniziare a comporre qualcosa di mio, questo è stato un cambiamento molto importante. Inizialmente suonavo nei locali delle cover, da un momento all’altro ho avuto il desiderio di mettermi a nudo in un certo senso, di avere delle mie canzoni e cantare le mie emozioni. Scrivere credo sia un’esigenza, un bisogno fisico e mentale. Non è stato semplice all’inizio…forse la paura di mettere su carta i miei concetti…. anche se adesso durante le mie giornate scrivo tutto ciò che mi viene in mente con molta tranquillità. Non ho più remore o paure a esprimere la mia interiorità.  Così mi sono ritrovata con un po’ di pezzi da arrangiare. Quasi contestualmente ho conosciuto Giuliano Dottori a un suo concerto con gli Amor Fou a Lecce, lui ha sentito i miei pezzi, e ha deciso di curare la produzione artistica del mio disco. E’ subito nata una stima artistica reciproca e una forte amicizia, da lì la collaborazione musicale che mi sta facendo crescere tantissimo; con lui sto prendendo tutto quello che viene fuori senza alcun problema. E’ un’esperienza bella e intensa. Adesso stiamo completando le ultime rifiniture del disco.

Cos’è la musica per te?

È un’esigenza primordiale,

Qual è il tuo pregio e il tuo peggior difetto artisticamente?

E’ difficile capire quali sono i miei pregi e, i miei difetti, sicuramente chi mi ascolta, riesce a percepirli meglio di me.

Come nasce una tua composizione?

Di solito le mie canzoni nascono al pianoforte, spesso ho già il testo, altre volte è la musica che m’ispira a scriverlo.

Scrivi e suoni di più di giorno o di notte?

Non ho preferenze l’ispirazione quando viene bisogna coglierla.

Che cosa puoi anticiparci del tuo primo Lp?

Ho finito le ultime registrazioni a ottobre e sono  molto soddisfatta di ciò che sta venendo fuori. Non posso fare delle previsioni per quanto riguarda l’uscita dell’intero album, ma sicuramente a breve inizierò a far girare un singolo.

Che cosa dobbiamo aspettarci in futuro?

Sono molto felice di essere stata selezionata per presentare il mio concerto per Puglia Sounds, il programma regionale di produzione di spettacoli musicali in Puglia. Sarò al teatro comunale di Novoli con la mia band e con Giuliano Dottori dall’ 8 al 10 Dicembre, data finale del concerto.

Siamo alla conclusione, grazie per il tempo dedicatoci. A te l’ultima parola…

Grazie…

http://www.myspace.com/luciamanca

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.