Questa sera a EXIT Uscita di Sicurezza, il programma di approfondimento di La7, condotto da Ilaria D’Amico, nell’ambito dell’ inchiesta “VERSO LE ELEZIONI ANTICIPATE: DESTRA CONTRO SINISTRA O NORD CONTRO SUD?” si parlerà del primo congresso di provinciale di Io Sud

che si è svolto a Lecce il 12 e 13 novembre scorsi. Non un semplice congresso, ma un vero e proprio happening culturale e politico in cui si sono mescolate la tradizione e la storia del nostro territorio con le tematiche più attuali del dibattito politico e che si è concluso con un grande successo e partecipazione di pubblico e addetti ai lavori.

Affollati tutti gli spazi di Piazza Palio, da quelli della mostra “Eroi o malfattori?”, dedicata al fenomeno del brigantaggio, a quelli previsti per i bambini, per i momenti teatrali, musicali e di danza – tutti pensati non solo per divertire, ma per ripercorre fasi storiche e culturali della nostra terra.

Cuore pulsante della manifestazione sono stati i quasi 200 tra artigiani e aziende del Sud che si sono avvalsi degli stands che l’organizzazione ha messo a disposizione gratuitamente a quanti ne avessero fatto richiesta. La promozione di servizi o prodotti del Meridione, la volontà di valorizzazione delle eccellenze del territorio, i soli requisiti richiesti per l’assegnazione di uno spazio nell’area congressuale. Far conoscere al pubblico le novità e la grande offerta del nostro territorio, il fine ultimo di organizzatori ed espositori. Un’occasione di grande visibilità, a costo zero, concreta e preziosa per le aziende e gli imprenditori che la grande crisi ha messo in difficoltà, per promuovere i propri prodotti e il nostro territorio.

Questa è una concezione assolutamente innovativa di congresso politico, inteso non come mera occasione di dibattito sterile e propagandistico, ma come strumento concreto a sostegno dell’economia e a servizio della gente,- afferma la Sen. Adriana Poli Bortone, Presidente di Io Sud -. È la prima volta, in Italia che un partito decide di intraprendere concretamente una politica intesa come rapporto con la realtà economica e sociale del territorio, calando l’economia nel sociale. E questa è per noi l’unica strada possibile, se non si vuole creare uno scollamento tra paese reale e paese… “dei balocchi”.”

Anche il bilancio dei lavori è sicuramente più che positivo, con una grande ed entusiasta partecipazione non solo di militanti, addetti ai lavori e dirigenti del movimento, ma anche di cittadini che hanno accettato l’invito di Io Sud a confrontarsi, discutere e agire per costruire insieme l’altro Sud, valorizzando e implementando i tanti talenti, eccellenze e competenze del nostro territorio. Perché un altro Sud, è possibile!
Questo e tanto altro non sarà sicuramente sfuggito all’occhio attento delle telecamere di EXIT-Uscita di Sicurezza, il programma di inchieste de LA7 giunto alla ottava edizione, che questa sera toccherà due argomenti di scottante attualità:A CHE PUNTO È LA LOTTA ALLA ‘NDRANGHETA? – VERSO LE ELEZIONI ANTICIPATE:DESTRA CONTRO SINISTRA O NORD CONTRO SUD? Dopo le polemiche sollevate da Roberto Saviano nella prima parte della trasmissione verrà fatto il punto sulla lotta alla ‘ndrangheta: cosa possono fare gli imprenditori? Cosa i politici? Ne parlerà in studio il Procuratore Nazionale Antimafia, Pietro Grasso.

Nella seconda parte del programma il racconto di un paese spezzato che la colla di Berlusconi non riesce più a tenere unito. Le insofferenze del Veneto alluvionato e la voglia del Sud di rivendicare i propri interessi proprio come fa la Lega Nord: alle prossime elezioni si scontreranno destra e sinistra oppure i rappresentanti del Nord, del Sud e del Centro Italia? Affronteranno l’argomento il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, il sindaco di Padova Flavio Zanonato, il primo cittadino di Bari Michele Emiliano, Gianfranco Miccichè – sottosegretario alla Presidenza del Consiglio – e il giornalista Oscar Giannino.

L’appuntamento è per questa sera alle 21.10 su LA 7.

CONDIVIDI