“Siamo in linea con il programma politico che questa amministrazione provinciale ha proposto sulla viabilità e l’edilizia scolastica  prima ancora dell’insediamento”, ha commentato così il presidente della provincia di Lecce Antonio Gabellone nel presentare il Programma straordinario di viabilità.

Lo ha presentato oggi in conferenza stampa a Palazzo Adorno insieme ai suoi collaboratori. E’ stato l’Assessore ai lavori pubblici Massimo Como ad illustrare i progetti presentati entro il 31 ottobre 2010 per poter usufruire dei finanziamenti regionali in base all’ex D. Lgs 112/98. Tuttavia i criteri di elargizione dei finanziamenti sono cambiati rispetto alla trance del 2007 e a Lecce spetterebbero solo 9 milioni di euro. Un’altra percentuale verrà distribuita in base alla qualità dei progetti e all’effettiva cantierizzazione degli stessi. In questa prospettiva, la provincia di Lecce si pone in una posizione d’avanguardia rispetto alle altre provincie, grazie al lavoro svolto dall’amministrazione, ha ribadito Como, che è riuscita a sbloccare molte opere ferme al progetto preliminare.

Nel rispetto delle convenzioni regionali, la provincia di Lecce pensa di ottenere 12 milioni di euro sulla base dei progetti e almeno altri 4 milioni per l’immediata cantierizzazione.  Gli interventi proposti, ha spiegato il Dirigente del servizio viabilità, ing. Zampino, vertono su due grandi direttrici: la manutenzione straordinaria e l’adeguamento/potenziamento della rete. Nello specifico,la manutenzione e la costruzione di sovrastrutture e barriere lungo le SS.PP, la razionalizzazione di incroci e rotatorie, l’adeguamento di tronchi esistenti e la costruzione di nuovi tronchi.

“L’amministrazione è viva, è stato il commento di Gabellone, a distanza di poco più di un anno dall’insediamento ha consentito all’ente di utilizzare risorse ferme da anni”. La costruzione e il rifacimento della viabilità è un intervento di primaria importanza per la provincia che ha attuato anche un collegamento con i vari comuni per il monitoraggio della sicurezza stradale. Per tutti i motivi elencati sopra, l’amministrazione auspica di raggiungere finanziamenti per 50 milioni di euro spendibili nell’immediato futuro per la costruzione e la messa in sicurezza delle strade.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciannove + 4 =