Le Fiamme Gialle della Compagnia di Lecce, nel corso di specifici controlli volti al contrasto di illeciti nel settore delle accise, hanno sequestrato una cisterna contenente 261 litri di prodotto petrolifero agevolato per l’agricoltura che il titolare di un’impresa della provincia ha utilizzato per fini diversi da quelli agricoli.

Infatti, le attuali disposizioni in merito non consentono di utilizzare il prodotto agevolato per il rifornimento di automezzi non aventi le caratteristiche e le autorizzazioni necessarie per il loro impiego in agricoltura.

In tale ambito l’abilità investigativa dei Finanzieri ha consentito, attraverso il prelevamento di un campione di carburante contenuto nel serbatoio del camion, di appurare l’utilizzo illecito di gasolio agricolo.

Nello specifico, la sostanza rinvenuta nel serbatoio presentava una colorazione verdastra tipica del gasolio agevolato per uso agricolo che lo differenzia da quello per uso autotrazione (giallo paglierino) e da quello per uso riscaldamento domestico (rosso).

Il controllo è stato quindi esteso alla sede dell’impresa ove è stato trovato un silos contenente analogo prodotto a quello già rinvenuto nel serbatoio dell’automezzo sequestrato, rilevando, inoltre il consumo in frode di ulteriori 86 litri di gasolio agricolo.

Il servizio si è concluso con il deferimento all’Autorità Giudiziaria del responsabile ed il  sequestro dell’automezzo utilizzato ai fini della frode.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici − 7 =