“Oggi si è riunita la X Commissione di Controllo con all’ordine del giorno: “Disagio abitativo politiche per la casa in città”, così come già iscritto nel programma del sindaco alla pagina 18.” Lo comunica in una nota il Presidente della X commissione Angelamaria Spagnolo.

“Sono intervenuti l’assessore Lucio Inguscio e il dirigente dott. Maurizio Guido.

Si è appreso che finalmente è stato predisposto il bando per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, che verrà al più presto sottoposto all’esame della giunta comunale per l’approvazione, che non veniva pubblicato dal lontano 1999.

Si spera che con il nuovo anno tutto sarà pronto per procedere alla presentazione delle nuove domande che forniranno la nuova graduatoria in quanto quella esistente non è più attuale.

Si è anche esaminato il problema degli alloggi parcheggio, con delibera n. 612 del 03/10/2006 si erano approvati dei criteri istruttori per l’assegnazione di tali alloggi ma non è prevista alcuna graduatoria.

Queste abitazioni dovrebbero servire a tamponare situazioni di emergenza e per un breve lasso di tempo.  Ma sappiano tutti che, invece, non è così e diventano  case in assegnazione vere e proprie.

Ad oggi non ci sono case disponibili né per quelle “parcheggio” né per quelle di ERP e quelle assegnate versano tutte in situazioni di degrado strutturale più o meno grave e avrebbero bisogno di ristrutturazione.

Il problema della casa rappresenta nella nostra città la più preoccupante emergenza sociale che insiste su migliaia di famiglie, in particolare quelle più deboli.

Da molti cittadini mi giungono denuncie e proteste in merito alla mancanza           di criteri certi per l’assegnazione e alla necessità di risposte  da parte di questa amministrazione.

Ripropongo, pertanto, un osservatorio permanente sui problemi della casa che         monitori la situazione e metta insieme le domande di alloggi sia ERP che “parcheggio” visto che svolgono la stessa funzione in un’unica graduatoria complessiva.”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.