Nelle ultime ore, i Militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Lecce, nell’ambito di due distinte operazioni di servizio a contrasto del gioco d’azzardo, hanno sottoposto a sequestro amministrativo quattro apparecchi da intrattenimento, perché non conformi alle leggi di Pubblica Sicurezza.

I responsabili, due operatori della provincia esercenti rispettivamente l’attività di bar e rivendita di tabacchi, insieme alle società gerenti degli apparecchi, sono stati segnalati all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato per aver installato o comunque consentito l’uso in luogo pubblico di apparecchi non conformi alla legge.

Nel dettaglio, i Finanzieri hanno riscontrato che i primi tre apparecchi erano completamente scollegati alla rete telematica e privi dei prescritti titoli autorizzativi (nulla-osta) rilasciati dall’A.A.M.S., ed il quarto, attraverso apposito movimento laterale del joystick e la combinazione di alcuni tasti posti sulla consolle, trasformava il videogioco legale in gioco del Video poker illegale.

Per quest’ultimo fatto, l’esercente ed il noleggiatore sono stati deferiti a piede libero alla competente Procura della Repubblica di Lecce, per aver reso possibile l’utilizzo in luogo pubblico di congegni adibiti al gioco d’azzardo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × 2 =