Si è inaugurata Sabato 27 Novembre presso la Galleria d’Arte della Fondazione “F.Capece” in Piazza Aldo Moro,39 a Maglie (Le), la mostra personale di pittura di Alessandro Mattia Mazzoleni. Dopo le mostre di Lecce, Mesagne, San Michele Salentino, Grottaglie e Villa Castelli, prosegue l’itinerario pugliese

dell’artista torinese che sta riscuotendo unanimi consensi di critica e di pubblico. La mostra è organizzata dall’Associazione culturale “Eterogenea” di Mesagne nell’ambito del progetto d’arte “Le Ali di Mirna” ideato da Rita Fasano e Vito De Guido. Alessandro M. Mazzoleni è un artista straordinario perché il suo percorso creativo è privo di discontinuità; egli è fin dalla nascita attore e mai spettatore e già in tenera età sceglie la pittura quale mezzo espressivo prediletto. La sua maturità artistica e intellettuale lo fa approdare nel 2005 alla cardboard art dopo anni di sperimentazione. “Il legame profondo che Mazzoleni instaura tra Simbolo e Materia è come un filo d’oro che unisce.il.tempo.dell’attualità.a.quello.dell’eternità. Le sue opere sono costituite da elementi leggeri ed effimeri come la carta, ma in quanto opere d’arte donano all’artista il potere dell’immortalità, dell’eternità, poiché racchiudono la sua anima. Oggi l’arte moderna ricorre spesso al linguaggio simbolico. Il simbolo è il mezzo preferenziale usato dall’arte per veicolare un messaggio emotivo da un individuo ad un altro. Ma da sempre creatività e capacità di astrazione sono state le peculiarità umane che hanno permesso la formazione di parole e linguaggi astratti e un patrimonio concettuale non visibile, un mondo di simboli. Così Mazzoleni utilizza il simbolo, contrapposto alla raffigurazione iconica, ma dando alla materia stessa la sua evocazione simbolica: la carta, materiale effimero, deperibile. “Tutto è di cartone” afferma Mazzoleni, ossia, tutto perisce. Solo l’arte possiede l’eternità perché si identifica con la creazione. Il gesto creativo dell’artista, nonostante si compia attraverso soluzioni e materiali effimeri come il cartone è evocatore d’immortalità. Il Simbolo in Mazzoleni non è che un Modello che rappresenta un concetto trascendente”(Rita Fasano). La mostra, patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Maglie e dalla Fondazione “Francesca Capece”, e stata inaugurata alla presenza del Sindaco di Maglie Antonio Fitto e del Presidente della Fondazione “Capece” Dario Massimiliano Vincenti; potrà essere visitata con ingresso gratuito sino all’8 Dicembre 2010 secondo i seguenti orari : tutti i giorni compresi i festivi dalle ore 17,30 alle 20.30.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

13 − 5 =