Si tratta del terzo sbarco in sei giorni. Sono 25 i clandestini che sono stati rintracciati, alle prime luci del mattino, nei dintorni della marina di Novaglie, frazione di Alessano.
I carabinieri della compagnia di Tricase li hanno sorpresi mentre marciavano lungo la strada, a piccoli gruppi, diretti verso i centri abitati limitrofi di Alessano, Corsano e Tricase. Tra i 25 extracomunitari, tutti di sesso maschile, ben 11 sono minorenni, di presunta nazionalità afghana. Insieme a loro, anche 4 adulti afghani e 10 iraniani. Tutti, fortunatamente, godono di buona salute.

I clandestini, probabilmente partiti dalla Grecia o dalla Turchia, sono poi stati condotti presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto, dove sono stati rifocillati prima delle rituali procedure di identificazione.
Con lo sbarco di questa mattina, sono 66 gli extracomunitari rintracciati negli ultimi 6 giorni.
L’ipotesi è che, dietro questi continui sbarchi sulle coste italiane, in particolari quelle salentine, calabresi e siciliane, ci sia un’unica regia internazionale. Diverse, infatti, le procure distrettuali antimafia, tra le quali Lecce, Crotone, Messina e Catania, unite per combattere un fenomeno che, nonostante le contromisure adottate nel corso degli anni, resta sempre attuale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × due =