“Nella seduta odierna del Consiglio Regionale, su un ordine del giorno in materia di consultori familiari, il governo-Vendola, nonostante una strenua resistenza dell’Assessore alla Salute Fiore, è stato battuto in maniera eclatante con un clamoroso 33 voti a 19.

Al di là del merito della questione, su cui si è registrata una evidente bocciatura di un indirizzo ideologico vetero-laicistico volto a smantellare gli ultimi presìdi della difesa della vita, il dato politicamente più rilevante è l’evidente scollamento di una maggioranza in cui si avverte, anche visivamente, un crescente disagio a fronte di una guida sempre più, anche fisicamente, assente e comunque totalmente distratta rispetto ai problemi drammatici delle nostre comunità.
E’ stato sufficiente chiedere la votazione a scrutinio segreto perché si manifestassero in tutta la loro gravità le crepe crescenti di una maggioranza che comincia a non essere più tale.
Si tratta di un ulteriore ed evidente sintomo del caos ormai dilagante in cui versa la Regione Puglia, per la sempre più manifesta incapacità di Vendola e della sua squadra di governare un sistema ormai completamente allo sbando, dal quale ben si comprende perché il nostro Governatore non veda l’ora di scappare”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × 5 =