“Le priorità per lo sviluppo del Sud individuate nel Piano approvato oggi dal Consiglio dei ministri, sono le attuali debolezze: sicurezza, infrastrutture, responsabilità e pubblica amministrazione più efficiente sono quel che serve per ottimizzare gli investimenti e garantire sviluppo”. E’ il commento del consigliere regionale salentino del Pdl, Roberto Marti.

“Chi dice che non ci sono risorse non vuole chiaramente ammettere di non aver saputo cosa farne fino ad oggi – aggiunge Marti – le risorse ci sono e sono quelle che le Regioni non sono riuscite a spendere efficacemente e nei tempi europei. Credo che con l’allungamento della linea di Alta Capacità ferroviaria fino a Lecce, poi, il Salento potrà finalmente uscire dall’isolamento e dal gap infrastrutturale che lo vedeva penalizzato rispetto al resto della Puglia”.