Si apre domani, 18 novembre, la 17a edizione della Task force italo-russa, un foro d’incontro tecnico-istituzionale, dedicato alla collaborazione per lo sviluppo delle piccole e medie imprese e dei distretti, che si svolgerà per la prima volta in Puglia.

In programma fino al 19 novembre a Bari (domani al Palace Hotel e venerdì nel Teatro Petruzzelli e alla Fiera del Levante), questa edizione della Task-force ha segnato il record italiano delle adesioni con oltre 600 iscritti, tra rappresentanti di imprese, enti, istituzioni, associazioni di categoria, banche, assicurazioni e università.
La Task Force italo-russa – iniziata nell’aprile 2002 dopo il vertice di Mosca e Sochi dal quale è partito il rilancio delle relazioni economiche bilatererali Italia-Russia – si svolge due volte all’anno, una sessione primaverile in Russia, una sessione autunnale in Italia.
Il suo obiettivo è favorire lo sviluppo delle piccole e medie imprese e dei distretti in Russia, coinvolgendo le Regioni sia italiane che russe. All’Italia e, in particolare, alla Puglia è offerta l’opportunità di esportare modelli di sviluppo capaci di rendere competitive le piccole e medie imprese attraverso la formula dell’aggregazione.
L’iniziativa è promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Delegazione Commerciale della Federazione Russa in Italia, in collaborazione con l’Istituto per il Commercio Estero e, per questa edizione, con la Regione Puglia (Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l’Innovazione) e il Comune di Bari e con il supporto operativo dello Sprint Puglia (lo Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese).
Lo scambio delle esperienze tra Italia e Russia e dei relativi vantaggi è assolutamente bilaterale: l’Italia sostiene la Federazione Russa nell’accelerazione del suo processo di industrializzazione, attraverso il trasferimento di know-how utile alla creazione di un tessuto economico simile a quello occidentale – cioè privato e costituito soprattutto da piccole e medie imprese -, la Federazione Russa promuove l’istituzione dei distretti industriali nelle diverse realtà regionali con la partecipazione di aziende italiane.
L’Italia e la Puglia sono percepite infatti dai russi come un modello di riferimento per lo sviluppo dei distretti e delle loro PMI, che, a dispetto della crisi, costituiscono ancora oggi il più importante motore di crescita. Da parte dell’Italia invece il mercato russo esercita una fortissima attrazione sulle imprese per il ritmo di crescita fortemente sostenuto negli ultimi anni e per l’apprezzamento mostrato dalla Federazione Russa nei confronti del made in Italy in generale e del made in Puglia in particolare.
Un gradimento rivelato dall’impennata delle esportazioni verso questo Paese. Se l’Italia nei primi sei mesi del 2010 ha visto crescere le esportazioni dell’8,2%, la Puglia ha superato il dato nazionale con una performance del 34,1% in più rispetto all’export del primo semestre 2009.
I lavori della 17esima Task Force italo russa si svolgeranno domani, giovedì 18 novembre, al Palace Hotel (ore 9,00-19,00) e venerdì 19, durante la mattinata (ore 9,00-13,00), nel Teatro Petruzzelli e, nel pomeriggio (ore 16,00-18,00), presso la sala convegni del padiglione della Regione Puglia alla Fiera del Levante.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 + nove =