Le fiamme gialle di Lecce hanno denunciato un ristoratore della provincia, con l’accusa di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

L’attività ispettiva svolta dai Finanzieri ha permesso di accertare la mancanza dei requisiti previsti per gli agriturismo, ovvero la somministrazione di pasti

e di bevande co-situiti almeno in parte da prodotti propri. Il venir meno di tali requisiti ha comportato la denuncia del titolare all’Autorità Giudiziaria per indebita percezione di finanziamenti pubblici per complessivi 100 mila euro.

Inoltre, l’attività di verifica svolta nei confronti dello stesso, ha permesso di portare alla luce una evasione di ricavi per oltre 144 mila euro e lo sfruttamento di manodopera in nero di un lavoratore dipendente.

Quest’ultima situazione è stata segnalata agli Enti Previdenziali ed Assistenziali per le violazioni in materia di sommerso da lavoro.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tredici − tre =