In una delle marine del Comune di Salve, la Guardia di Finanza di Leuca ha scoperto un edificio di 22 miniappartamenti, ufficialmente in costruzione, ma di fatto ultimati e funzionanti, che da oltre cinque anni il proprietario affittava ai numerosi turisti.

Per i miniappartamenti il proprietario non ha mai pagato l’Imposta Comunale sugli Immobili (ICI) né la relativa tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU). Infatti, per sottrarsi al pagamento dell’Ici e della tassa sui rifiuti, aveva  pensato bene di non comunicare la data di ultimazione dei lavori né quella di effettivo utilizzo, poiché sarebbe stato costretto a pagare le relative imposte.

Gli accertamenti, partiti da un’attenta analisi dei dati delle banche telematiche istituzionali e di controllo del territorio, hanno consentito alle Fiamme Gialle di scoprire, inoltre, che il proprietario del complesso immobiliare, nell’anno d’imposta 2009, non ha dichiarato le somme percepite dai canoni di locazione del predetto anno.

Dell’accaduto sono stati interessati il Comune competente, per il recupero dell’imposta comunale sugli immobili e della tassa per lo smaltimento dei rifiuti, e l’Agenzia delle Entrate per il recupero delle imposte dovute sui canoni di locazione incassati.

Il Comando Provinciale di Lecce, durante lo scorso periodo estivo, ha scoperto i proprietari di 111 tra villette e appartamenti affittate in nero ai vacanzieri, con la segnalazione all’Agenzia delle Entrate di circa 160 mila euro di canoni intascati in evasione d’imposta.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 + 17 =