<<La riforma scolastica del Ministro Gelmini ha disposto, per le scuole medie superiori, che le ore di lezione siano di 60 minuti effettivi. Questo ha comportato una completa rivisitazione di tutti gli orari del servizio di trasporto pubblico destinato agli studenti>>, dichiara l’assessore ai Trasporti e alla Mobilità della Provincia di Lecce Bruno Ciccarese.

<<Fin dal mese di luglio, l’assessorato ai Trasporti e Mobilità si è impegnato in una serie di azioni tese a promuovere un doveroso coordinamento tra le varie istituzioni scolastiche del territorio provinciale per coadiuvare i Dirigenti scolastici nello stabilire orari di inizio e termine delle lezioni compatibili con la realtà del servizio di trasporto pubblico>>.

<<Il 15 settembre, nel corso di un incontro con i Dirigenti scolastici, promosso dalla Provincia ed organizzato dal Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce (ex Provveditorato), sono state registrate tutte le esigenze di strasporto scolastico sul territorio provinciale e si è convenuto sulla necessità di coordinare gli orari di inizio e termine delle lezioni, al fine di rendere possibile un modello di trasporto pubblico razionale, economico e rispondente alle esigenze dell’utenza>>, aggiunge.

<<I competenti Uffici provinciali, diretti dall’Ing. Luigi Tundo hanno provveduto, di comune accordo con tutte le aziende che esercitano il Servizio di trasporto ed in particolare con la partecipata Stp, a rimodulare su ogni singolo polo scolastico, gli orari di arrivo e partenza di tutte le corse destinate al trasporto scolastico verso tutte le destinazioni della provincia>>.

<<In particolare per Lecce città, la Provincia ha messo a punto anche un servizio di navette per il trasporto degli studenti dalle scuole più periferiche verso i punti di arrivo e partenza delle autolinee, assumendone i relativi oneri>>.
Continua Ciccarese: <<Dallo scorso 18 ottobre i nuovi orari hanno cominciato ad essere operativi dando così una risposta concreta alle esigenze di trasporto formalmente espresse dalle varie scuole della provincia>>.

<<Probabilmente servono ancora delle piccole correzioni da apportare per venire incontro ad esigenze particolari dovute a situazioni oggettive di difficoltà logistica che potranno essere riscontrate in corso d’opera>>.

<<Ovviamente, il sistema di trasporto messo a punto dalla Provincia potrà funzionare in maniera ottimale se tutti i Dirigenti scolastici, dando seguito a quanto concordato nel corso di numerosi incontri, garantiranno il rispetto degli accordi assunti e gli orari di inizio e termine delle lezioni formalmente comunicati agli Uffici del Servizio Trasporti della Provincia>>.

<<Qualità e sicurezza del servizio potranno essere garantiti con la collaborazione e la partecipazione fattiva di tutte le parti in causa (scuola, famiglie e aziende di trasporto)>>, conclude l’assessore Bruno Ciccarese.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.