E’ l’assessore al Traffico e Mobilità Giuseppe Ripa a replicare alle dichiarazioni del portavoce del centrosinistra a Palazzo Carafa Antonio Rotundo sulla vicenda che riguarda il sottopassaggio di viale Leopardi.

“Abbiamo già in passato e ripetutamente cercato di spiegare ad Antonio Rotundo – dice – l’impossibilità di realizzare in fatti i suoi suggerimenti per mere questioni tecniche. Ricordo ancora una volta che quel sottopassaggio esiste da almeno 40 anni nel corso dei quali non ha registrato inconvenienti come quelli che si sono registrati nell’ultimo periodo, questi ultimi non certo riconducibili a limiti o deficienze tecniche, ma solo ed esclusivamente ad eventi atmosferici assolutamente eccezionali e quindi imprevedibili. Che, peraltro hanno interessato tutto il territorio nazionale, provocando frane, smottamenti e disagi di ogni tipo in diverse zone del nostro Paese. L’amministrazione comunale ha messo in atto da tempo e prontamente una serie di interventi migliorativi sul sottopassaggio e sta studiando la possibilità di regolamentarne con semafori collegati a sensori l’accessibilità in occasione di precipitazioni fuori dalla norma. Insomma, ha fatto tutto quello che è nelle proprie possibilità, ma non credo possa essere in grado di pronosticare la rottura della rete fognaria”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

12 − nove =