“Premetto con chiarezza che, prima ancora che come cattolico, come uomo sono fermamente convinto che la vita umana, valore non negoziabile, vada difesa dal suo concepimento alla sua fine naturale, ovviamente senza accanimento terapeutico,  e che l’ente pubblico deve farsi carico

della sofferenza dei singoli, in particolare dei malati e dei disabili gravissimi, non lasciandoli mai soli, perchò ciò li porta ad essere vittime dello scoraggiamento e della rassegnazione. Invito, perciò, la Giunta Perrone a desistere dalla sua proposta di creazione di uno Sportello dove depositare il cosiddetto “Testamento Biologico”, materia che, tra l’altro, come è stato ampiamente chiarito, è di stretta competenza statale.” Interviene così il consigliere comunale di Lecce, Wojtek Pankiewicz.
“La Giunta Perrone, quindi, ritiri la sua proposta e, se ne è capace, si occupi dei problemi dei leccesi di sua competenza.”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 + 1 =