Verrà presentato venerdì 5 novembre p.v. alle ore 19.00 presso la Sala Conferenze  del Palazzo della Cultura di Poggiardo il nuovo libro di Francesco Gentile “Tormento e Amore” (Editrice Guido Aradeo), realizzato con il contributo e il Patrocinio di Comune di Poggiardo, Provincia di Lecce e Pro Loco di Poggiardo

Alla presentazione interverranno, oltre all’autore del libro, il Sindaco Silvio Astore, la giornalista prof.ssa Giuliana Coppola, il professor Alessandro De Marco e lo scrittore e studioso locale Anacleto Vilei.

L’opera è una raccolta di 43 poesie d’amore che Gentile ha composto nell’arco di vent’anni, una sorta di autobiografia come lui stesso evidenzia: “In questa mia opera – spiega l’autore- parlo appunto di amore e tormento. A mio parere non può esistere una storia d’amore che non abbia anche solo un momento in cui sfoci nel tormento. E ciò che voglio che trapeli tra le righe dei miei componimenti, i quali a volte danno voce ad uno stato d’animo particolarmente tormentato. All’inizio volevo tenere per me queste mie liriche, ma i pareri e i consigli di chi li ha letti mi hanno fatto cambiare idea.”

Da sottolineare anche i pregevoli disegni con penna di china che accompagnano, arricchendole, tutte le poesie realizzati da Massimo Marangio, amico e collega dell’autore, in quanto anch’egli docente presso l’Istituto Statale d’Arte di Poggiardo, oltre che artista di fama nazionale.
Prima di Tormento e Amore Francesco Gentile si era già cimentato in questo campo collaborando nella pubblicazione dell’antologia “Orizzonti. Esemplari del linguaggio poetico contemporaneo” a cura di Salvatore Fava e con il racconto visivo “La Fotografia. Segni di storia” pubblicato per l’Assessorato al Diritto allo Studio della Regione Puglia.

Insegnante in pensione di Discipline plastiche e progettazione presso l’Istituto d’Arte di Poggiardo, Gentile ha collaborato con Nino della Notte, a cui è intitolato questo Istituto, con Vittorio Pagano, di cui è stato alunno e da cui ha assorbito la passione per la poesia, e con il celebre poeta Vittorio Bodini. Tra i tanti suoi riconoscimenti poi, spicca il primo premio nel 1965 alla mostra internazione di pittura di Milano per gli alunni dei licei artistici e istituti d’arte.

 

 

CONDIVIDI