“I sondaggi nazionali che danno al Presidente Nichi Vendola un altissimo gradimento sono, in parte, fuorvianti. Infatti, se questi dati spalmati su tutto il territorio nazionale portano ad un risultato abbastanza alto, è altrettanto vero

che nella nostra regione l’indice di gradimento per il Presidente Vendola non è entusiasmante, anzi.
In Puglia, infatti, ormai tutti i cittadini si stanno rendendo conto dei danni provocati dal governo di un Presidente peraltro sempre assente poiché impegnato nella sua calata ai vertici nazionali del centro sinistra. Le promesse fatte da Vendola in campagna elettorale, se gli hanno permesso di stravincere le elezioni regionali nel 2005 e poi anche nel 2010, ora però si stanno rivelando un boomerang per lui. Guardiamo la Sanità. Dopo aver perso tanto tempo, ora il Piano di rientro sanitario è stato impugnato dal Governo perché risultano incostituzionali alcune norme del Piano stesso riguardo le coperture di bilancio per il triennio di vigenza del piano dei tagli e le internazionalizzazioni.
È evidente che abbiano lavorato male sia l’assessore regionale alla Sanità Fiore che il Presidente Vendola, il quale nel frattempo continua imperterrito il suo tour americano, forse cercando negli USA un diversivo che possa distrarlo da tutte le patate bollenti che lo attendono al suo rientro in Puglia, dove invece c’è solo il disastro creato dal suo governo”.

 

CONDIVIDI