”Il segnale che ci arriva da Milano e’ la richiesta di rimettere in campo finalmente la sinistra”. Lo afferma, dopo il voto alle primarie di Milano per l’ individuazione del candidato sindaco, il governatore della Puglia Nichi Vendola, secondo il quale ”non si vince aprendo a Fli”.

Cio’ che sta facendo Gianfranco Fini, spiega infatti Vendola, e’ ”cercare una fuoriuscita da Berlusconi ma per fondare una destra europea laica e moderna”, ovvero ”l’opposto” di quanto chiedono le primarie di Milano – argomenta Vendola – dove Giuliano Pisapia ”ha ritrovato la coesione di un paesone, ha riassunto quest’anima trasversale”. Vendola ripropone quindi il suo modello Puglia: ”Io l’ho gia’ fatto, ho gia’ aperto al centro, a chi ci sta a lavorare sui contenuti”. ”Ma – sottolinea – nessuna cooptazione del campo avverso. Sarebbe ingeneroso per prima cosa nei confronti di Gianfranco Fini”. ”Sono quindici anni – osserva poi Vendola – che la sinistra perde perche’ ha rinunciato alla propria parte. Rimettiamo in campo la sinistra e poi alleiamoci sui contenuti”.