Nella mattinata odierna si è svolto in municipio un incontro richiesto dai sindacati in merito al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.
I sindacati ed i lavoratori dipendenti, dopo aver effettuato una prima giornata di sciopero lo scorso 10 novembre, avevano proclamato per i giorni 29 e 30 una nuova astensione dal lavoro di fatto attuata nella giornata odierna fino alle ore 11,00.

Le ragioni dello sciopero, a quanto informalmente a conoscenza dell’Amministrazione, erano da ricondurre alla aspettativa di 6 lavoratori part-time di vedere, da parte della ditta Ecotecnica, stabilizzato il proprio rapporto di lavoro a tempo pieno. Nel corso dell’incontro i sindacati hanno rappresentato, invece, una serie di inadempienze contrattuali che la ditta avrebbe posto in essere nei confronti dei propri dipendenti.
Il Sindaco – rappresentata la propria estraneità sia all’eventuale ipotesi dell’aumento dell’orario di lavoro, non potendo più gravare sulla comunità altri costi avendo già oculatamente definito una pregressa gravosa situazione organizzativa-finanziaria, né intervenire per verificare l’eventuale mancato rispetto del contratto collettivo di lavoro, per le cui ragioni non si era dato corso alla convocazione di un tavolo tecnico ipotizzato nell’incontro del 10 u.s. con il vice sindaco Mangè – ha comunque preso atto delle dichiarazioni rese dai sindacalisti e, dopo aver contestato agli stessi la mancata denuncia alle competenti autorità delle eventuali inadempienze rappresentate nel corso della odierna riunione, ha immediatamente e formalmente segnalato, per doverosa conoscenza e per quanto eventualmente di competenza, all’Ispettorato Provinciale del Lavoro, al Prefetto di Lecce ed alla ditta stessa, quanto denunciato dai sindacati nel corso dell’incontro.
Chiarite tali circostanze e compresa da parte dei sindacalisti e dei lavoratori le ragioni dell’Ente, è stato sospeso lo sciopero con la immediata ripresa del servizio. Si è infine programmato un ulteriore incontro per la prossima settimana per verificare l’andamento e gli sviluppi della vicenda.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.