I396 nasce come “evento lancio” dell’attività dell’omonima associazione culturale, il cui nome deriva dal codice amministrativo catastale del comune di S. Vito dei Normanni, che è riportato sul codice fiscale di tutti coloro che sono nati a San Vito.  L’evento vuole essere un lavoro sul recupero delle origini e delle radici dalle quali la popolazione sanvitese tutta proviene

 Si è deciso pertanto di raffigurare dei volti di persone nate a San Vito, colti nella loro essenza umana e nella loro tipicità, e per fare questo sono stati anche allestiti due set fotografici mobili lungo il Corso Leonardo Leo nelle domeniche 14 e 21 novembre.
Per la realizzazione dei ritratti sono stati coinvolti due fotografi sanvitesi, Giuseppe Di Viesto e Giuseppe Sacchi, affinché potessero dare anche una loro personale interpretazione del contesto.
La location scelta per la realizzazione della mostra è diffusa, nel senso che vi sono coinvolti i locali commerciali del centro storico (da piazza Giovanni Paolo II a piazza L.Leo) che hanno aderito all’evento: Gioielli Ruggiero, Spazio 72, +39 Store, Blue Moon Moda, Sacchi Calzature, Gioielleria Mina, Greca, Intimità, Ottica Savarese, Driade Abbigliamento, Linea Sport, Omeocrin. In ognuno di essi sarà ospitato uno o più pannelli fotografici, con all’esterno apposita segnaletica identificativa, a creare un vero e proprio percorso espositivo.
Contestualmente è stato proposto alla popolazione sanvitese una sorta di “laboratorio interattivo” nel quale gli abitanti stessi hanno potuto scegliere immagini del passato, con ritratti particolarmente significativi dei nati a San Vito, e condividerle con la cittadinanza tutta.
Infatti, nel centro raccolta immagini che è stato istituito a Casa Carbotti, luogo ideale data la sua vocazione di “casa della memoria”, chiunque ha potuto consegnare le proprie foto e potrà quindi vederle esposte al pubblico in una sezione della mostra che si terrà negli stessi locali della Casa. Le foto sono state inoltre digitalizzate e inserite sul sito web, www.i396.it, che promuove l’evento, per creare un vero e proprio archivio virtuale. Si è pensato in tal modo di coinvolgere la cittadinanza intera in un processo di riflessione e di riappropriazione delle sue origini, interagendo con l’evento stesso.
L’inaugurazione è prevista per il 12 dicembre alle h. 11,00 a Casa Carbotti; la visita proseguirà in tutti i negozi coinvolti per rientrare infine a Casa Carbotti, dove sarà allestito un aperitivo con piatti tipici della tradizione sanvitese presentati in veste contemporanea, realizzati dalle operatrici dell’omonimo Laboratorio di cucina. Il buffet è offerto dal Supermercato Famila, con la collaborazione di alcune aziende di prodotti tipici sanvitesi: il Caseificio Lanzillotti, la Società Agricola “Fattorie Grottamiranda” di Angelo e Carmelo Tedesco, la Cooperativa Brancasi che per l’occasione lancia il rosato frizzante Soffio, l’oleificio De Cillis.
L’allestimento del buffet è sponsorizzato da Yamamay di Caterina Senafé che, non potendo partecipare all’evento per mancanza di spazio nei suoi locali, ha deciso comunque di sostenere l’iniziativa in qualità di sponsor.
L’evento è patrocinato dal Comune di San Vito dei Normanni, grazie al supporto dell’Assessorato alle Attività Produttive e Marketing Territoriale e con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura, e dalla Provincia di Brindisi.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

10 − tre =