Le sonorità tratte dalla musica contemporanea sono alla base di questo progetto musicale e si fondono con molta naturalità con quelle balcaniche su dei telai ritmici complessi, creando spazi suggestivi per l’improvisazione libera.

L’alternanza con brani di vera e propria natura tradizionale, balcanica, rende più fruibile l’ascolto per l’intera durata della performance. Un suggestivo viaggio sonoro fra diverse sponde della musica.

Ad accompagnare Admir i suoni inconfondibili di Giorgio Distante alla tromba e Redi Hasa al violoncello.

Squinzano
La Mattra Winehouse
ore 21.00
ingresso libero