Procedono a ritmo serrato i controlli per la salvaguardia della sicurezza stradale. Le ultime verifiche effettuate la scorsa notte dai carabinieri della compagnia di Capi salentina, al comando del capitano Simone Pugliesi, hanno portato al ritiro di 6 patenti e altrettante denunce alla Procura della Repubblica

presso il Tribunale di Lecce. Nel giro di sole cinque ore.

Il primato della serata è andato a una trentenne originaria di S. Pietro Vernotico che, a Squinzano, alle 2.30 è stata colta dai militari alla guida della sua utilitaria in una condizione che lasciava pochi dubbi: il ricorso all’etilometro in dotazione ha fatto registrare il tasso alcoolemico di 1,95 g/l.

Risultato assai rilevante (in negativo: si consideri che, nel caso della guidatrice fermata, il limite massimo era di 0,50 g/l) e confermato dalla controprova eseguita pochi minuti dopo.

Inevitabile il ritiro della patente e il fermo amministrativo per la successiva confisca.

Idem a Novoli, dove alle 2.30 un venticinquenne nativo di Lecce ha dovuto lasciare il proprio titolo di guida nelle mani dei militari, dopo esser stato fermato a un posto di controllo: a “condannarlo”, un tasso di 1,10 g/l.

Scena simile nella zona di Veglie: qui il protagonista è stato un trentacinquenne originario di Campi Salentina, anch’egli alla guida in piena notte (erano le 4) a bordo della propria utilitaria.

Per lui positività quasi doppia rispetto al limite di legge (1,03 g/l) e patente restata nelle mani degli operanti.

Altri casi del genere si sono ripetute a Trepuzzi, sulla S.P. Squinzano-San Pietro Vernotico e a Campi Salentina.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 + 9 =