L’ondata di criminalità continua a mietere “vittime”. Dopo l’assalto compiuto in mattinata ai danni del minimarket “Gel Gross”, in via Vecchia Ovest, a Taviano, altri due colpi sono stati messi a segno nel pomeriggio odierno. Galatone e Miggiano i paesi colpiti.

Nel primo caso, insolito l’obiettivo dei malviventi. I banditi, infatti, hanno puntato un dipendente della stazione ferroviaria. Armati di fucile e pistola e travisati da passamontagna, i malviventi hanno sorpreso l’uomo mentre era all’interno del gabbiotto. Qui, puntandogli le armi contro il volto, gli hanno rubato l’incasso dei biglietti, poco più di cento euro. Poi, minacciandolo di non fare l’allarme, i due sono fuggiti. L’allarme è stato lanciato immediatamente. Sul posto, per le indagini, i carabinieri della stazione locale, giunti insieme ai colleghi della compagnia di Gallipoli. L’altra rapina, messa a segno intorno alle 19.15, invece, è stata consumata a Miggiano. Due malviventi hanno preso di mira il supermercato Dema, in via Alighieri, dove sono entrati armati di pistola e coltello. Cogliendo di sorpresa dipendenti e clienti, i due banditi, che hanno agito col volto coperto, hanno costretto il personale presente a consegnare loro i soldi, al momento non quantificati, ma che dovrebbero oscillare intorno ai 200 euro. Guadagnata l’uscita, i due sono saliti a bordo di una utilitaria Fiat, di colore rosso, fuggita senza lasciar traccia.
L’allarme criminalità continua a crescere: è la terza rapina nelle ultime 24 ore.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 − 10 =