Domenica 19 dicembre al Coffeandcigarettes di Lecce doppio appuntamento per festeggiare il primo anniversario del locale. Si parte dalle 18.00 con il mercatino equo-solidale e il concerto del World Wide Percussion, duo che ha l’intento di filtrare ritmi e frasi che provengono dall’area mediorientale e sudamericana,scommettendo di riuscire a creare un unico linguaggio mixato che solo la musica,delle percussioni in questo caso,può fare.

Il duo è composto da Daniele Leucci – percussioni afro-cubane (1 quinto-2 conga-2 tumba-djembè-jam-block a pedale-bar chimes-chekerè), e Ovidio Venturoso – batteria etnica (cajon-1 darabukke-hh-rullante-timpano-piatto-tamburello sospeso).

Il mercatino equo-solidale coffeeandcigarettes sostiene il progetto Congo dei padri missionari comboniani: fare un regalo con una modica cifra comprando un oggetto di ottima fattura artigianale africana significa sostener una buona causa. L’INTERO RICAVATO andrà a sostegno del PROGETTO CONGO: diamo la possibilità a tutti i bambini congolesi di andare a scuola. IL PROGETTO HA LO SCOPO DI RENDERE POSSIBILE A CENTINAIA DI RAGAZZI L’ACCESSO ALL’ISTRUZIONE SCOLASTICA. Con 60 euro all’anno per ragazzo possiamo mandare a scuola quanti più bambini possibile nella zona del Kisangani (Congo)

Alle 22.00 prosegue inoltre l’appuntamento con la rassegna di Cabaret a cura di Antonello Taurino in collaborazione con il collettivo Democomica. Questa settimana spazio ai Mensana, nati nel 2002 a Perugia, dall’incontro tra Vincenzo Albano e Francesco “Ciccio” Rigoliì. Dal 2005 vivono e si esibiscono a Milano in numerosi locali e laboratori, tra cui il “Ridi’n’Blu” ed il Laboratorio Artistico di Zelig. “Comunque bravi”, come dicono loro di loro stessi. All’attivo anche numerose partecipazioni a Festival nazionali. La loro comicità attraversa molti generi, dallo sketch alla canzone, dalla satira al non-sense. Il loro spettacolo “Si stava meglio quando si stava migliore” racconta, attraverso lo sguardo di due trentenni, tutti i pro e i contro del nostro tempo. In scena appaiono situazioni quotidiane, ma anche un diavolo improbabile e un paradiso inaspettato. In “uno spettacolo di ridere” la loro comicità pura, miscelata sapientemente attraverso diversi generi, dallo sketch alla canzone, dalla satira al non-sense, racconta pro e contro dei nostri tempi visti dai due trentenni.

Lunedì 20 dicembre spazio all’Ard Trio. Formata da nomi noti delle scene musicali salentine, la line-up del gruppo vede Davide Arena al sax, Marco Rollo alle keyboards e al laptop, Giancarlo Dell’Anna alla tromba. Sempre alla ricerca di nuovi e inusuali orizzonti musicali, ARD Trio risveglia i sensi e apre la mente in un viaggio sonoro in cui l’energia ritmica sprigionata sul palco coinvolge ogni tipo di ascoltatore. Suggestive trame elettroniche fanno da sfondo a improvvisazioni di raffinata matrice jazz e ad incursioni che spaziano dai trascinanti groove funky alle follie electrobalkan jazz, fino a immergersi nei ritmi caldi del reggae. Il risultato è un intreccio di composizioni originali che abbracciano un sound metropolitano aderente alle tendenze più attuali.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × 2 =