In due nei guai per il crac di un’ impresa calzaturiera della provincia. Le Fiamme Gialle di Gallipoli, infatti, a conclusione di complesse indagini economico finanziarie in materia di reati fallimentari, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce due amministratori dell’ impresa, per il reato di bancarotta fraudolenta.

Le indagini dei Finanzieri hanno consentito di accertare la distrazione di beni e crediti per un totale complessivo di oltre un milione di euro in pregiudizio di terzi creditori. Infatti, i riscontri documentali e le informazioni testimoniali acquisite hanno permesso di dimostrare, nei confronti dei due amministratori, la distrazione di un bene immobile del valore di 850 mila euro e la sottrazione di crediti per circa 200 mila euro.

Sono state accertate, inoltre, irregolarità contabili commesse con il fine di impedire la ricostruzione del volume di affari dell’impresa, in relazione alle quali i soggetti denunciati risponderanno anche del reato di bancarotta documentale, in quanto le disposizioni normative prevedono l’obbligo dell’imprenditore alla regolare tenuta dei libri e delle scritture contabili.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 − sei =