“Invocare scenari apocalittici per giustificare misure finanziarie pesanti, come l’aumento della benzina, non solo non aiuta la Puglia, ma contribuisce a creare un pernicioso clima di sfiducia, che frena, di fatto, la ripresa.”

È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, all’indomani dell’approvazione, in Consiglio regionale, del bilancio.
“Non sono mai stato un sostenitore del cosiddetto ‘navigare a vista’ – prosegue Buccoliero – aspettando, da un momento all’altro, che si abbatta la tempesta e ritengo che, mai e poi mai, un Governo debba scegliere un simile atteggiamento, vivendo alla giornata”.
“Il fatto di dover affrontare un periodo difficile, da un punto di vista economico e finanziario – aggiunge l’esponente MeP – non giustifica un atteggiamento di passiva accettazione dei cambiamenti. Ogni epoca, e questo il Governatore dovrebbe ben saperlo, comporta dei cambiamenti più o meno profondi. Compito di ogni buon Governo, che sia nazionale o locale, è di essere pronto a fronteggiare, nel miglior modo possibile, gli inevitabili cambiamenti che si vengono a determinare, mettendo in campo tutte le azioni necessarie a mitigare gli effetti negativi, ampliando la portata di quelli positivi, che pure non mancano”.
“In questo senso, resto dell’idea che il Governo – Vendola non abbia messo in campo tutte le misure atte a fronteggiare i tanti sprechi, fornendo, al contempo, delle risposte chiare ed esaustive anche in termini di servizi sociali. L’aumento della benzina – conclude Buccoliero – è solo uno dei tanti tasselli di una manovra finanziaria che, se avesse avuto una maggiore lungimiranza, avrebbe evitato quelle lacrime e quel sangue a danno, come sempre, dei pugliesi”

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + nove =