Con 314 voti contrari e 311 voti a favore, l’Aula della Camera ha bocciato la mozione di sfiducia al governo guidato da Silvio Berlusconi. I deputati presenti erano 627, i votanti 625 e 2 le astensioni. La maggioranza richiesta era di 313 voti.

Un lungo applauso ed urla di gioia hanno salutato nella sala del governo la fiducia ottenuta dall’esecutivo a Montecitorio. Berlusconi e’ riunito con i ministri nella piccola stanza a poca distanza dall’Aula. A loro si e’ unito anche il deputato del Gruppo misto Massimo Calearo.

 

Contro la sfiducia e quindi a favore della maggioranza hanno votato i 235 deputati del Pdl; i 59 della Lega, 11 di Noi Sud (non ha votato Antonio Gaglione); Francesco Nucara, Francesco Pionati, Maurizio Grassano , Gianpiero Catone, Maria Grazia Siliquini, Catia Polidori, Domenico Scilipoti, Bruno Cesario e Massimo Calearo, A favore della sfiducia si sono espressi i 206 deputati del Pd; i 22 dell’Idv; i 35 dell’Udc; 31 di Fli (non ha partecipato al voto Silvano Moffa e come detto all’ultimo momento Siliquini e Polidori si sono schierate con il centrodestra); i 6 di Api; i 2 Liberaldemocratici; i 5 Mpa e Giorgio La Malfa, Giuseppe Giulietti, il rappresentante della Valle d’Aosta Rolando Nicco e Paolo Guzzanti. Astenuti infine i due esponenti della Svp. Come prassi non ha votato il presidente della Camera Gianfranco Fini.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 5 =