Il Consigliere regionale PdL Saverio Congedo ha diffuso la seguente nota: “Al termine della due giorni di audizioni in Puglia il Presidente della Commissione parlamentare Anti-mafia Sen. Beppe Pisanu ha denunciato il rischio gravissimo che la criminalità organizzata possa aver messo le mani sul business delle energie alternative in Puglia.

Ove si consideri che la carriera del nostro Governatore è vissuta a lungo di condivisibili proclami anti-mafia, e che egli ha scatenato una immancabile campagna auto-promozionale proprio in rapporto al proliferare di fotovoltaico, eolico ecc. in Puglia, non si può non rilevare che qualcosa non ha funzionato.

Tale denuncia, peraltro, si somma alla querelle di questi giorni tutta interna a Legambiente sull’impianto fotovoltaico che la AzzeroCO2 srl, società legata all’associazione, intende realizzare a Cutrofiano e che meriterebbe un approfondimento.
Quel che è certo è che i controlli su questo terreno scivoloso sembrano essere stati scarsi ed inefficaci, ed invece vanno oggi fortemente accentuati a tutela anche di aziende pulite, a partire da quelle Pugliesi, inspiegabilmente penalizzate da normative regionali che sembravano fatte apposta per agevolare imprese d’importazione. In tal senso ho formalizzato una richiesta con un’interrogazione urgente al Presidente Vendola e all’assessore allo Sviluppo economico ed all’Energia Loredana Capone.

CONDIVIDI