Foto Andrea Stella”Sono preoccupato per la gestione dell’ordine pubblico in occasione del prossimo derby contro il Bari. Come societa’ abbiamo gia’ fatto presente le criticita’ legate alla sicurezza degli spettatori allo stadio”.

Lo afferma il presidente del Lecce Pierandrea Semeraro. Motivo del contendere, la decisione scaturita, dopo il vertice sull’ordine pubblico tenutosi in Prefettura, di destinare l’intera curva sud ai sostenitori del Bari, in possesso di tessera del tifoso, in occasione del derby del 6 gennaio. ”L’esperienza ci ha insegnato come fosse sbagliata la scelta di destinare l’intera curva sud ai supporter baresi: basti ricordare – afferma Semeraro – quello che e’ avvenuto in occasione dell’ultima gara disputata a Lecce contro il Bari (maggio 2008)”. ”E’ inaccettabile – aggiunge – che i tifosi occupanti altri settori possano essere minacciati, come avvenuto in passato, dal lancio di oggetti da parte dei tifosi ospitati in curva sud”’. La societa’ di via Templari – rende noto Semeraro – ha chiesto al prefetto di destinare ai tifosi baresi esclusivamente il settore distinti-settore ospiti. ”Per evitare lo scempio al quale abbiamo assistito nel maggio 2008, – evidenzia Semeraro – sarebbe giusto vietare la vendita dei tagliandi degli altri settori dello stadio ai non residenti a Lecce e provincia, impedendo, in tal modo, lo spostamento incontrollato di tifosi senza la tessera in direzione Lecce”. ”Speriamo che le istituzioni prestino la massima attenzione a tutte queste criticita’, alla luce del clima di tensione esistente tra le due tifoserie dopo gli ultimi incidenti. Chiediamo che ognuno si adoperi – conclude – affinche’ un evento sportivo non si trasformi, come accaduto in passato, in vandalismo ed incivilita”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − sei =