{youtube width=”400″ height=”300″}bEeXyTaxmoc{/youtube}

Circa 500 chili di fuochi pirici sequestrati negli ultimi giorni dalla Guardia di Finanza di Lecce sono stati distrutti con un esplosione controllata in un poligono salentino. I sequestri, avvenuti negli ultimi 20 giorni di dicembre, hanno riguardato depositi non autorizzati, bar, ma soprattutto garage

 

posti sottostanti le abitazioni. In uno di questi ultimi, infatti, sono stati scoperti circa 400 chilogrammi di fuochi pirici di IV e V categoria, altamente pericolosi ed in grado di mettere a repentaglio l’incolumita’ degli stessi occupanti e dei vicini. I finanzieri stamane hanno predisposto il fornello per il brillamento, scavando quindi una buca, sul fondo della quale l’artificiere ha posato gli oltre cinque quintali di “botti” insieme al tritolo ed alla miccia esplodente.

Infine il tutto e’ stato coperto con diversi metri cubi di terra. L’esplosione controllata, che e’ stata udita nettamente nella zona, ha provocato un grosso cratere, lanciando materiale su un vasto raggio.



CONDIVIDI