Verrà inaugurata il 6 Dicembre alle ore 18.00 la mostra in occasione dei quattrocento anni dalla morte di Caravaggio. L’allestimento, che fa parte della sezione Arte della rassegna “Salento d’inverno”, resterà aperta a Lecce : nella chiesa di San Francesco

della scarpa , dal 6 Dicembre al 27 Febbraio 2011, per poi continuare a Bitonto, nella Galleria Nazionale della Puglia, dal  marzo al  maggio 2011. La mostra, documenta con 60 dipinti provenienti da chiese, collezioni private, musei il passaggio dal tardo manierismo alla fortuna di Caravaggio in Puglia. Questa mattina, nella conferenza di Palazzo Adorno, il presidente della provincia Antonio Gabellone ha espresso il suo orgoglio per l’iniziativa: “ Oggi si completa un percorso che sta a segnare un importante attività di valorizzazione e di recupero di beni che altrimenti cadrebbero nell’oblio. Proprio sull’attività di recupero la provincia si è impegnata molto; quasi 300 mila euro sono stati versati per il recupero di tutti quei beni che altrimenti andrebbero perduti. Abbiamo ricevuto già 230 richieste. Stiamo dedicando molta attenzione alla cultura, in un momento di crisi in cui tutti iniziando a tagliare proprio da questa”. Crisi e recupero fili conduttori anche del discorso di Simona Manca, assessore alla cultura, presente alla conferenza di questa mattina insieme al Presdiente: “ Questa mostra rientra nella sezione Arte della rassegna “Salento d’inverno”. Tutto ciò in un periodo di crisi economica. Ci tengo a sottolineare questo perché, nonostante le difficoltà, la provincia, attraverso una collaborazione razionale e intelligente e grazie alla sinergia tra gli enti, è stata capace di creare qualcosa di altissimo livello per quanto riguarda il settore della cultura in un periodo avverso come questo.”