“La Regione Puglia dovrebbe attivarsi per garantire il bene casa a tutti i nuclei famigliari che ne sono sprovvisti e che vivono una concreta situazione di difficoltà economica e occupazionale”

È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, che ha presentato, nella giornata odierna, un’interrogazione urgente a risposta scritta per chiedere lumi, all’assessore per le Politiche Abitative, sulla consistenza del patrimonio abitativo degli IACP con l’intento di fornire una risposta, in termini abitativi, a quanti non possiedono una casa degna di questo nome.
“Quello della casa – prosegue Buccoliero – è un problema reale, che assume, di giorno in giorni, aspetti sempre più preoccupanti. Basterebbe sostare qualche minuto presso gli Uffici Casa dei comuni pugliesi per rendersi conto della gravità del problema abitativo ed il contagio di tale realtà in ceti sociali, che nel passato avremmo giudicato benestanti. La crisi lavorativa e occupazionale sta riguardando, infatti, intere famiglie, che vivono in una situazione emergenziale.
Per questo motivo – conclude Buccoliero – attivarsi per fornire quello che, a tutti gli effetti, è considerato un bene primario, appunto la casa, deve essere un preciso dovere delle istituzioni.
Scrive Buccoliero:
Premesso che:
Il problema casa costituisce tema sociale tra i più rilevanti;
Basterebbe sostare qualche minuto presso gli Uffici Casa dei comuni pugliesi per rendersi conto della gravità del problema abitativo ed il contagio di tale realtà in ceti sociali, che nel passato avremmo giudicato benestanti;
Molti giovani ritardano la costituzione di nuovi nuclei familiari per le difficoltà connesse ai costi della casa;
Il bene casa deve essere considerato bene primario;
In una società definita avanzata deve essere assicurato il diritto alla casa ai nuovi poveri spostando i criteri di assegnazione, non più rispondenti, alle nuove necessità;
Considerato che:
sembrerebbe inadeguata l’azione della Regione Puglia in tale settore;
l’interrogante si rivolge al Presidente della Giunta Regionale ed all’assessore per le Politiche Abitative per conoscere:
quali misure intenda sostenere per assicurare il bene casa a tutti i nuclei familiari che ne sono sprovvisti;
la consistenza numerica delle unità abitative appartenenti al patrimonio regionale e gestite dagli IACP, divise per le sei province;
a quanto corrisponda il relativo valore in milioni di euro dell’intero patrimonio immobiliare;
quanti milioni di euro sono stati spesi dagli IACP negli ultimi cinque anni per la manutenzione delle suddette abitazioni, ripartito per singolo anno;
se siano in corso iniziative per la realizzazione di nuovi immobili;
se siano a conoscenza della stasi di tantissimi cantieri fermi da anni nelle periferie delle nostre comunità, affidate all’attenzione dei vandali;

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 + 8 =