Maria Grazia Sederino, consigliere di maggioranza  del Comune di Galatina, con riferimento all’articolo apparso oggi sul Nuovo Quotidiano di Lecce nella pagina dedicata alla cronaca di Galatina, precisa quanto segue: “Innanzi tutto si conferma a far data odierna, l’appartenenza della sottoscritta al partito dei “Moderati e Popolari”

in aderenza ad un atteggiamento non incline a repentini ed immotivati mutamenti.
Tuttavia, provoca molto rammarico nella sottoscritta l’aver appreso solo dalla stampa del camaleontico atteggiamento del consigliere Maio, improvvisamente venuto meno a tutta una serie di ideologie e principi sottoscritti di pugno dallo stesso con il documento che dava vita al nuovo gruppo.
Spiace, anche, assistere all’atteggiamento tenuto dal Sindaco del Comune di Galatina il quale, nonostante le pubbliche dichiarazioni di permanenza nella maggioranza del neonato gruppo, ha immediatamente dichiarato guerra ai presunti dissidenti, confermando la giustezza delle motivazioni che hanno indotto la sottoscritta alle proprie recenti scelte politiche, ovvero una modalità della gestione della Città di Galatina in cui non vi è spazio per il confronto, il dialogo, l’ascolto degli altri ed, in generale, tutto ciò che rende veramente democratico lo scenario politico di una Amministrazione.
Assolutamente infondate e non veritiere sono, poi, le affermazioni relative alla presunta finalità della scelta effettuata dalla sottoscritta, ovvero assegnare un Assessorato al dirigente provinciale dei Moderati e Popolari Salvatore Antonazzo; si tratta di dietrologie di basso rango, utilizzate nella carenza e penuria di validi argomenti che possano confutare le ragioni della scelta politica e che fanno parte di un modo di fare politica da cui la sottoscritta si dissocia e di cui i cittadini sono assolutamente stanchi.”