Riunione generale a Palazzo Carafa in occasione degli auguri natalizi che il sindaco ha voluto porgere alla stampa e, attraverso questa, a tutti i concittadini.L’augurio di un sereno Natale e di un nuovo anno prospero e felice al centro dell’incontro, ma anche il resoconto dell’anno appena trascorso, i propositi per il nuovo e i progetti politici in vista della scadenza del mandato.

Per il 2011, il sindaco Perrone invita i cittadini leccesi a guardare al futuro con ottimismo perché nonostante il momento difficile, ci sono le potenzialità per uscire dalla crisi che attanaglia il territorio. Lecce ha ormai una posizione di rilievo in ambito nazionale e internazionale grazie alla promozione artistica e culturale che si è fatta in questi anni, secondo il sindaco, e può tener testa a qualsiasi forma concorrenziale o di crisi. Alla domanda sulla sua ricandidatura, Paolo Perrone è stato categorico: “mi ricandido, certo di aver svolto fin’ora un buon lavoro e di avere il consenso di tanto elettorato che in questi anni mi ha seguito con interesse e partecipazione; tanto lavoro c’è ancora da fare, in questi tre anni e mezzo ho gettato le basi per il prossimo mandato”.

Parole di stima anche per l’On Antonio Rotundo in virtù della sana competizione che li vede l’un contro l’altro armati all’interno del Consiglio comunale. Il sindaco riconosce il merito a Rotundo di fare un’opposizione criticabile nei contenuti ma sempre presente e martellante. E per gli avversari politici della prossima candidatura non teme il confronto; “E’ presto per fare nomi e pronosticare ma sono sicuro di dovermi scontrare con Adriana Poli Bortone  e probabilmente con la vice presidente della Regione, ma altro ancora deve venire ed io sono sereno e affronterò con il piglio giusto la nuova sfida”.

A sorpresa dei presenti, il sindaco ha annunciato novità per il nuovo anno sulla questione più controversa della sua amministrazione: il filobus. Sembra che potrebbe partire nei primi giorni del 2011 previo accordo con le aziende realizzatrici, un grande risultato per l’amministrazione e per i cittadini leccesi che da troppo tempo subiscono i disagi causati da una scelta, il filobus, che non ha tenuto conto delle conseguenze per l’assetto economico e d’immagine della città.

A margine dell’incontro è stato presentato “Resta qua”, una dolce ninna nanna scritta dal cantautore Pierdavide Carone dedicata a Giorgia Pagano, la piccola di due anni affetta da Sindrome di Berdon ed in attesa di un delicato intervento chirurgico da eseguirsi negli Stati Uniti. Nel cd che contiene questa ninna nanna cantano anche altri artisti salentini (Alessandra Amoroso, Sud Sound System, Apres la Classe, Dolcenera), il sindaco di Parma Pietro Vignali ed il capitano del Parma Stefano Morrone. Parma, infatti, è la città che ha ospitato Giorgia per un lungo ricovero ospedaliero. Il cd sarà presentato in una serata speciale in programma lunedì 27 dicembre al Politeama Greco il cui incasso sarà devoluto alla famiglia di Giorgia in vista dell’intervento chirurgico.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sette + 12 =