Sabato 18 dicembre (ingresso 3/5 euro) appuntamento con uno dei gruppi più importanti dell’hip hop d’oltreoceano, i cubani Cuentas Claras, progetto nato nel 2003. I temi di cui raccontano nei loro testi i Cuentas Claras sono quelli dei mali del mondo, della vita e dei suoi problemi.

C’è una dimensione globale ma c’è anche una dimensione intima, personale. Poesia urbana per raccontare la realtà dell’Avana. Il tentativo, riuscito, dei Cuentas Claras è quello di mescolare il rap con i ritmi peculiari di Cuba e con i diversi generi musicali che i componenti del gruppo hanno attraversato,dalla musica tradizionale cubana, al jazz, al funk. Questo lavoro di fusione è un tratto comune nei raperos cubani che non possono rinunciare alle sonorità dell’isola.

I Cuentas Claras sono in Italia per presentare il progetto El topo Producciones, tentativo di produzione indipendente nella città dell’Havana El topo opera soprattutto alla Madriguera, una specie di centro sociale autogestito dall’interessante e super attiva Associazione Hermanos Saiz. La Madriguera è il cuore pulsante dell’underground cubano. Il progetto El topo nasce da una sinergia e un amore comune per la musica. Il Centro Dilinò di Muro Leccese, in collaborazione con Il Manifesto e El topo producciones, ospita questo gruppo all’interno di un progetto musicale/cinematografico che porterà i raperos cubani in tour in Italia ad incontrare alcune delle realtà musicali nostrane piu importanti e a documentare il tutto con un film per la regia di Bibi Bozzato. La band sarà a Torino (per incontrare Subsonica e Mau Mau), a Napoli (con 99 Posse ed E Zezi), a Roma (Assalti Frontali), a Bologna (nel tributo a Joe Strummer) e nel Salento, con Crifiu, Sud Sound System, Mascarimirì e tanti altri. Resident Dj della serata: Lu Tola. Opening Live: Jartune Avatar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre − 3 =