“Passaporto di Bacco”evento nazionale ideato da Nicoletta Calabrese, presidente dell’Associazione Culturale Diotima, rivolta ai Licei Artistici e alle Accademie di Belle Arti e realizzato grazie a Porsche Italia, promotore del progetto sin dal suo nascere, avrà una speciale edizione regionale in Puglia.

Si svolgerà la seconda edizione del progetto “etichette d’autore” con il prezioso contributo dell’Assessorato alle Politiche Agroalimentari della Regione Puglia e di partner prestigiosi quali: Centro Porsche Bari, Fondazione Marisa Bellisario,Valtur SpA, Cathay Pacific Limited e da CARVINEA e TORMARESCA, aziende di eccellenza del settore vitivinicolo pugliese.
Il momento della “fioritura e del germogliamento del grappolo e la ricerca dei percorsi Caravaggeschi”  saranno due dei focus topici di un altro momento del progetto: la realizzazione del servizio fotografico itinerante dall’auto porsche di Marco Pavan sul tema “Il germogliamento della vite e la ricerca dei percorsi Caravaggeschi”.
L’obiettivo di questa seconda edizione del concorso è quello di valorizzare e far conoscere la creatività dei giovani  artisti pugliesi e, creare reali opportunità d’uso delle stesse sia in ambito regionale e nazionale,sia in ambito internazionale.
“Arte e vino – dichiara l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia Dario Stefàno – sono un  matrimonio perfetto per veicolare una nuova cultura del territorio e valorizzare la produzione vinicola pugliese. Sia l’arte che il vino racchiudono in essi una natura materiale e al contempo spirituale: l’incantesimo dell’uomo che riesce a creare. In Puglia, poi, la tradizione produttiva enologica ha scritto il codice genetico delle nostre stesse comunità, consegnandoci oggi la responsabilità di valorizzare un patrimonio inestimabile di saperi e sapori. Quando, poi, con l’espediente artistico si riesce a parlare ai più giovani, al loro talento creativo, alla loro fantasia, al loro entusiasmo, allora abbiamo una speranza in più di consegnare nelle mani migliori l’eredità per il futuro”.

Anche quest’anno il concorso prevede una sezione speciale dedicata ai 150° dell’annivesario dell’Unità d’Italia, dedicandogli una delle tre opere in concorso. La sezione speciale dedicata all’anniversario chiede quindi ai giovani artisti di esprimere attraverso i lavori quanto la tradizione enogastronomica abbia sempre avuto per il suolo italiano, un significato che andasse ben oltre il vanto in merito di standard qualitativi e si connotasse come un vero e proprio elemento assimilabile alla tradizione e alla cultura del popolo del Paese.

Tutte le informazioni e il materiale del concorso sono disponibili sul sito: www.diotima.it

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × uno =