“Il Re è nato … nel fossato” è l’affascinante percorso ai piedi dell’antico castello copertinese, un presepe vivente, che ha già preso avvio lo scorso 25 dicembre, e che prosegue l’1 il 2 e 6 gennaio 2011 dalle 17:00 alle 21:00. L’iniziativa è stata promossa dal Comitato Festa San Giuseppe da Copertino – Gruppo Società Operaia, con la collaborazione dell’AGESCI scout Copertino 1 “San Giuseppe Desa”, con la partecipazione del Centro Studi d’Arte “Scena Muta” e con il patrocinio della città di Copertino e della Provincia di Lecce

La prima edizione de “Il Re è nato … nel fossato” invita a percorrere un viaggio nella Betlemme di duemila anni fa. La voce coinvolgente di Ivan Raganato accoglie i visitatori, che vengono guidati dagli angioletti in una passeggiata nel tempo, in cui è possibile ammirare scorci di vita e scene suggestive: un fabbro che batte il ferro, un falegname che incide pazientemente il legno, un pescatore che vende il suo pescato, un lattaio e un casaro intenti a lavorare nelle proprie botteghe. Per giungere, poi, al “fondo” del fossato, dove, finalmente, come in una catarsi, si contempla la nascita del Bambino Gesù.

Soddisfatti della grande affluenza di pubblico all’evento, il Presidente del Comitato Festa San Giuseppe da Copertino, Salvatore Rizzo e il Vicepresidente Daniele Macchia, che affermano: “Il Re è nato … nel fossato rappresenta il raggiungimento di un traguardo: riuscire ad organizzare l’evento nonostante i molteplici impegni e a coordinare gli sforzi di quanti ne hanno preso parte”.

L’evento si chiude in Piazza Castello, dove sono presenti alcuni stand per la degustazione di prodotti tipici natalizi salentini.
Appuntamento dunque nel primo giorno dell’anno per rivivere ancora una volta la magia del Presepe vivente.
Il Comitato

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × tre =